IlMastroDelCalcio

Intervista al Calciologo (fantacalcista) più in gamba d’Italia. Scopri cosa anche TU puoi imparare dalla sua storia, dai suoi risultati, dalle sue strategie. (in esclusiva per Il Mastro del Calcio)

Qui Donatello è in compagnia del socio Marco e posano con la Coppa del 2013-14 (traguardo Gazzetta)

Qui Donatello è in compagnia del socio Marco e posano con la Coppa del 2013-14 (traguardo Gazzetta)

 

Di chi sto parlando?

Partiamo dal nome allora, Donatello Biancofiore.

Ragazzo che ho la fortuna di conoscere, dapprima per fama, attraverso amicizie comuni.

Parto subito dalla sua biografia per capire di CHI e COSA parliamo.

 

Biografia Generica: Donatello Biancofiore nato nell’agosto del 1976, di professione Avvocato.

Svolge anche attività di addetto stampa della New Basket Mola 2012 (squadra che milita nella Serie B italiana) e addetto stampa di un’associazione sportiva, la Global Sport Mola di Bari.

 

Magari siete poco interessati a questa parte della vita di Donatello, quindi vi suggerisco di leggere la biografia che segue in cui viene svelata la vita fantacalcistica dell’intervistato di oggi

 

Biografia da calciologo professionista: i traguardi fantacalcistici più importanti sono i seguenti (vengono ignorati podi e piazzamenti meno importanti altrimenti, come mi ha detto lo stesso Donatello – “Non me la finisco più”  😀 ):

–          1998, 4to posto finale alla Gazzetta;

–          1999, vittoria del girone di andata (premio Chrysler Stratus Cabrio) e 7mo posto finale;

–          2006, 4to posto Magic Mondiale Gazzetta;

–          2010, 1mo posto Gazzetta (premio Moto Yamaha), 1mo posto Repubblica (premio Alfa Mito)… (Quando si dice fare l’en plein 😀 );

–          2012,  1mo post a Gazzetta (premio Audi A1) e 7mo posto Repubblica;

–          2013, 1mo posto a Repubblica (premio Volksswagen Up) e 9/10mo posto a Gazzetta;

–          2014, 1mo posto a Gazzetta (premio Audi A5) e 2do posto a Repubblica.

 

Donatello mi segnala che attorno al 2011-2012 ha inziato a collaborare con un ragazzo di nome Marco Serena (di Piacenza).

A proposito, non conosco Marco Serena, ma vi prometto che a breve anche lui sarà intervistato dal Mastro

 

Alcuni Trofei vinti da Donatello e dal socio

Alcuni Trofei vinti da Donatello e dal socio

 

 

Ora, bando le ciance, l’intervista.

 

Mastro: Ciao Donatello. Forse conosci poco il blog del Mastro, ma ti faccio subito un accenno veloce. E’ un posto nato per essere NON il solito luogo dove si parla di calcio, dove un giornalista parla in maniera impersonale e facendo la cronaca dei fatti. E’ nato soprattutto per essere uno spazio un po’ da Bar-Sport dove io in primis mi impegno a dare il mio contributo con articoli in cui ci metto del mio (con le conseguenti simpatie ed antipatie) e chiedo a tutti i calciofili (amanti del calcio) di contribuire ognuno col loro parere.

Da breve ho creato 2 nuove rubriche, una delle quali tratta di un gioco per cui Tu sei conosciuto ed immagino molto ben considerato dagli amici che hanno la passione per lo stesso gioco. Ovviamente parlo del Fantacalcio. A proposito, ti piace come ho intitolato la rubrica: “Se Tu Fossi… cosa faresti?”

Se vogliamo è anche il motivo per cui ho creato questo spazio (il blog), far interagire ogni calciofilo affinchè ognuno possa dire la sua sulla propria squadra preferita. Questa forte personalizzazione accade ancora più massicciamente nel gioco del fantacalcio. Cosa ne pensi Donatello?

 

Donatello: Si bel titolo, poi se pensi che come dice lo storico fondatore del Fantacalcio, “che è il gioco più bello del mondo dopo il calcio” allora direi che l’intento di questo blog è perfetto.

 

Mastro:  Quando hai conosciuto il fantacalcio ed in quale occasione?

 

Donatello: Se la memoria mi accompagna, e di solito lo fa, l’ho conosciuto nell’edicola di mio padre, mi capitò tra le mani il primo libro del Fantacalcio (1990/1991?) di Riccardo Albini. Lo esportai ai miei amici di allora, e partimmo con il nostro primo fantacalcio nella stagione 1992/1993.

 

Mastro: (DA NOTARE, risultati importanti a Gazzetta dopo solo 5 anni dell’inizio della sua carriera da fantacalcista. Come si dice nel calcio spesso, un predestinato 😀 )

Ti è subito piaciuto e ti ha appassionato in maniera forte o c’è voluto del tempo?

 

Donatello: Stregato subito, senza nemmeno bisogno di rodaggio.

 

Mastro: La cosa che più di tutte ti è piaciuta appena ci hai avuto a che fare.

 

Donatello: La possibilità di interagire col calcio, lo sport che mi ha appassionato di più sin dall’infanzia, di essere protagonista della domenica (sabato, venerdì e lunedi ormai ), ormai il week end sembra vuoto se non va in onda il campionato e di conseguenza un Fantacampionato.

 

Mastro: (Se vuoi leggere sulla tristezza di una domenica senza calcio leggi qui)

Quando hai iniziato avresti mai immaginato di poter arrivare ad ottenere risultati tanto stupefacenti (parlo ovviamente delle vittorie ai tornei della Gazzetta in primis)?

 

Donatello: Quando ho iniziato no, però devo dire che quasi da subito, giocando con Gazzetta ho ottenuto risultati importanti e l’autostima è cresciuta in fretta

 

Ora viene il bello…

 

Mastro: Cominciamo dal principio, stai analizzando un progetto fantacalcistico – da dove parti? Serve solo intuito e passione per il calcio (e per la squadra del cuore) o dovremmo tutti trasformarci nel calciologo (come lo chiamo io), cioè nell’appassionato che studia il calcio per fini puramente fantacalcistici (voti, gol, assist, e via dicendo)?

 

Donatello: Allora la prima regola del fantacalcista è mettere da parte la propria fede calcistica, quella spesso offusca e rende il tutto più complicato. Io infatti grazie al Fantacalcio sono riuscito a svincolarmi dal tifo personale ed essere un po’ più obiettivo nei confronti di tutte le squadre. Servono passione e intuito, senza dubbio, senza quelli non emergi mai.

 

Mastro: Ora una domanda tecnica quanto curiosa, qual’è il ruolo su cui bisogna puntare maggiormente? Ce n’è uno in particolare o bisogna valutare bene tutta la rosa e non puntare solo di un ruolo? Il ruolo che fa la differenza non c’è sono tutti fondamentali.

 

Donatello: Posso dirvi che bisogna curare molto la difesa, che nei fantacalci con modificatore, diviene fondamentale. (Giocate sempre a 4 dietro, mi raccomando, altrimenti non si vince mai. E’ testato.)

 

Mastro: Ovviamente qui notiamo la particolare preparazione di Donatello in merito al fantacalcio organizzato dalla Gazzetta. In cui il modificatore difesa è importantissimo.

Magari in altri casi potremmo dire che centrocampo e soprattutto attacco sono i ruoli chiave. Infatti senza modificatore difesa, il ruolo perde molta importanza per un fantacalcista.

Partecipi anche a Tornei ad asta oltre ai classici stile Gazzetta? Se si quale struttura ti piace maggiormente?

 

Donatello: Si certo, ho cominciato così e continuo a partecipare a tornei locali ad asta. Struttura, difficile dirlo, dipende sempre dagli avversari che hai in asta, preferisco difensori dalle buone medie voto, almeno uno (o anche due ) centrocampisti rigoristi e prime punte per la mia rosa.

 

E non è tutto!!!

 

Mastro: (Ecco come vedete qui non parla più di modificatore perché in molti giochi ad asta non viene usato. Io dalla mia esperienza ho cominciato ad usare il modificatore difesa dallo scorso anno. Ed è un gran bel divertimento con un fantacalcio ad asta a 12 partecipanti 😀 )

Dopo aver scelto la rosa (che sia ad asta o meno) quanto è importante il calciomercato seguente durante l’anno? E se dovessi darci una percentuale è più importante la scelta iniziale della rosa o i seguenti mercati.

 

Donatello: E’ importante certo, anche se l’asta estiva resta quella fondamentale. Però se non operi bene a gennaio non vinci. 65-70% all’asta e 30-35% al mercato invernale.

 

Mastro: Ora giungiamo ai consigli, quelli veri. Dacci un consiglio per ruolo per il prossimo fantacalcio del nostro campionato di Serie A. Si, lo so che le squadre sono ancora da comporre e ci sarà il calciomercato. Ma se dovessi dare dei consigli ora sulla base delle attuali rose cosa consiglieresti ai calciologhi che leggono il blog del Mastro?

 

Donatello: Porta Handanovic, difesa Benatia, centro Vidal e attacco uno dei due della Fiore, Gomez – Rossi.

 

Mastro: Praticamente Donatello ci fa andare sull’usato sicuro 😀

Ora, ci sono stati i Mondiali, sono finiti. Dicci comunque su chi avresti puntato maggiormente? Dicci alcuni giocatori su cui avresti puntato anche se magari sono stati eliminati celermente. Magari se hai disputato qualche torneo di FantaMondiale puoi includere anche qualche giocatore che hai inserito nella tua rosa.

 

Donatello: Sono partito da una convinzione sbagliata, che il Brasile vincesse i mondiali, quindi avrei puntato sui suoi giocatori soprattutto difensori. Avrei fatto bene con David Luiz ma avrei toppato con Marcelo e Dani Alves. Pensavo l’Italia andasse più avanti ed ero sicuro del flop Spagna. James Rodriguez non l’avrei mai pronosticato sono sincero.

 

Mastro: Io avevo la stessa convinzione di Donatello in merito a Brasile e Italia.

Soprattutto Brasile, infatti ci ho molto puntato sul Fanta. Non su Luiz ma su Marcelo, Dani Alves, Neymar, Oscar – SI molto forte. Non mi aspettavo il flop della Spagna, al contrario di Donatello.

Grazie per l’intervista mi ha fatto piace postare i tuoi pensieri nel blog del Mastro. Un’ultima cosa: Avrai piacere ad essere presente sul blog del Mastro per parlare ai calciologhi in altre occasioni Donatello (magari interagendo quando ci sarà la possibilità)?

 

Donatello: Certo, quando vorrete!!!

 

Mastro: Magari rispondendo anche ad eventuali domande che qualcuno potrebbe porre a seguito di questa intervista?

 

Donatello: Assolutamente si.

 

Fantastico. Bene, ORA tocca a te.

Qualora hai domande da porre a Donatello devi semplicemente postarle. Lui sarà felice di risponderti.

Hai delle richieste particolari, vuoi approfondire alcuni temi fantacalcistici?

Consiglia il Mastro in merito, questa rubrica NON è del Mastro. E’ del Calciologo, del Fantacalcista.

Questa è la TUA rubrica

 

Inoltre ti consiglio di iscriverti alla newsletter che trovi in alto a destra. Così potrai ricevere gli aggiornamenti in merito a tutti gli articoli e le principali attività del Mastro.

 

Viva il Fantacalcio, Il Mastro

 

Se ti è piaciuto l'articolo condividilo sui social...i tuoi amici ti ringrazieranno :-)

Un Commento per “Intervista al Calciologo (fantacalcista) più in gamba d’Italia. Scopri cosa anche TU puoi imparare dalla sua storia, dai suoi risultati, dalle sue strategie. (in esclusiva per Il Mastro del Calcio)”

  1. Come prendere 3 esordienti della A e metterli nella tua fantasquadra… puntando al colpaccio!!! | Il Mastro del Calcio Scrive:
    luglio 30th, 2014 alle 18:18

    […] Intervista al Calciologo (fantacalcista) più in gamba d’Italia. Scopri cosa anche TU puoi imparar… […]

Commenta